mercoledì 30 luglio 2008

California 2008/1


Si parte da Pisa, perchè da casa mia c'è solo un'ora di auto, sono le 13.20, con Delta prezzo del biglietto via e_mail qualcosa meno di 1000 € , come potete vedere anche l'aereo è dotato di "tomtom" ed in qualsiasi momento puoi vedere dove ti trovi.



Si arriva a New York dove l'aereo causa mancanza di parcheggio (??!!??) rimane, con noi sopra, a girare per la pista per un'ora e mezza temiamo di perdere la coincidenza per San Francisco, gli addetti gentili e premurosi ci scortano velocemente alla dogana dove un gentilissimo poliziotto controlla i nostri documenti e ci prende le impronte digitali con lo scanner (siccome non abbiamo intenzione di delinquere non siamo per nulla preoccupati questo lo dico per quelli che si fanno mille questioni per prendere le impronte agli extracomunitari) proseguiamo ed arriviamo alla coincidenza con SF.



Il volo è domestic ovvero un volo nazionale, sui domestic ormai si paga qualsiasi cosa venga passata, nonostante il volo duri 6 ore, per la cronaca anche le cuffiette per ascoltare musica e film costano 2 $.



In ogni caso arriviamo a mezzanotte (ora locale) purtroppo di 3 valigie manca la mia..... un solerte incaricato prende nota della cosa e ci avviamo alla fermata dello shuttle dell'hotel che ci porta in albergo, stanchi morti e con il fuso italiano "sveniamo" nei nostri letti








La mattina successiva arriva Nancy che ci scorta per San Francisco che peraltro mia moglie ed io abbiamo già visitato due volte, ma mia figlia vede per la prima volta.
La prima sosta è in un negozio dove psso comprare una t-shirt per il cambio, è siccome le magliette in quel negozio sono alimentari ovvero tinte e profumate con cibo, io essendo un wine addicted scelgo quella tinta nel vino rosso
"you are what you drink" recita la maglietta vinaccia.
Al pomeriggio chiamiamo ad un numero verde la compagnia aerea che ci assicura l'arrivo della mia valigia con lo stesso volo il giorno dopo, loro stessi me la portano in albergo durante la notte.






North beach il quartiere italiano, fisherman wharf, downtown, lombard street, il Golden gate.


Per quanto nella nostra mente San Francisco ci appaia come una megalopoli in effetti ha "solo" 750.000 abitanti, più o meno come Genova,




ed è una città che per certi tratti può essere girata tranquillamente a piedi, oppure sui tradizionali mezzi


Diverso invece è l'insieme della Bay aerea, ovvero tutte le città attorno a SF che la fa diventare un'area di oltre 7 milioni di abitanti .


Sf inoltre è una città dal clima anomalo, in estate è consigliabile portarsi una giacca perchè l'aria fredda che proviene dall'oceano crea la famosa nebbia estiva, ed un 'aria che difficilmente supera i 20 ° in piena estate.
Alla fine di luglio i ristoranti per chi cena nei tavolini sui marciapiedi accendono le stufe esterne


Tra le città americane è una delle più belle, e sicuramente da visitare, multirazziale ma soprattutto multiculturale, non è strano incontrare strani personaggi che manifestano per questo o per quello, o come potete vedere qui nella foto che manifestano strane politiche su mezzi da loro stessi decorati

Per il resto anche li potete vedere le forze dell'ordine con fantastici gadget elettronici, radar, che vi misurano la velocità, qui da vista point proprio sopra il Golden Gate
prossima puntata yosemite park

4 commenti:

anna righeblu ha detto...

Liùk, se ti va, ti ho invitato ad un meme su righeblu.
Ciao e a presto

Giulianissima ha detto...

mi piacciono i resoconti dei viaggi e il tuo mi
ha fatto venire una gran voglia di partire per gli States!

Liùk ha detto...

anna:non sono molto preprato sul'argomento vedremo se mi viene l'ispirazione
giulianissima:io ci tornerei subito

Princy60 ha detto...

una noia tremenda, vero? Noi, invece, con Berluska e Bossi ci siam divertiti!