domenica 2 settembre 2007

Gente di riviera e gente di città

Gente di mare che se ne va (che se ne va) Dove gli pare, dove non sa (ma dove non sa) Noi prigionieri in queste grandi citta' Viviamo sempre di oggi e di ieri Inchiodati alla realta'... E la gente di mare va...

cantavano Tozzi & co qualche anno fa..... mi sono sempre chiesto dove fosse la differenza tra noi gente di mare e voi gente di città e stamattina l'ho scoperta ! sta nel sale che respiriamo nel sale che noi abbiamo dentro!
Lo so non capite cosa voglio dire ma guardate la finestra di salvataggio delle impostazioni della scheda
audio del mio notebook il vs pc Salava? al massimo salva.. quindi continuate pure a cantare
A noi che siamo gente di pianura Navigatori esperti di citta' Il mare ci fa sempre un po paura Per quella idea di troppa liberta'

7 commenti:

Elle ha detto...

In effetti....ma come un errore in un programma ?! Sono sconcertata, ma lì non dovrebbe essere tutto perfetto? Salutoni

pOpale ha detto...

Forse aveva voglia di andare in vacanza anche lui ;)

Liùk ha detto...

Elle: solo un errore di battitura una "a" in più
Pop:non so il pc ma sottoscritto tanta:)

Angie ha detto...

Linkato!
:-D

Liùk ha detto...

denghiu denghiu denghiu veri grazie

max - la piccola casa ha detto...

io penso che ci sua qualcosa veramente dentro noi abitanti vicino al mare... ogni qualvolta che per lavoro ho abitato o son stato a lungo in trasferta lontano dal mare sentivo l'esigenza del mare.

Un po' come quando per lavoro sino a gennaio ho solcato in lungo e in largo i mari a bordo di navi con una grossa C ... rimanevo incantato alla sera ad osservare quello che alla gente fa paura, il mare aperto, è incredibile stare in mezzo all'oceano con la terra ferma distante 1000 miglia...

Liùk ha detto...

Io come Totò ho fatto il militare a Cuneo e quando tornavamo "giù" subito prima di Savona dopo una curva a destra spuntava laggiù in fondo il mare ... ero già a casa