sabato 24 novembre 2007

Voi le stagioni come le misurate?



Ognuno ha i suoi tempi, le sue preferenze, le stagioni si, e quelle no , chi adora il natale e chi lo odia... la Pasqua l'estate insommma tutti abbiamo il nostro ritmo proprio, scandito da momenti, da fatti, da cose da fare.......







Il vostro non lo so ma il mio è scandito dalla produzione di dolci ed amenità varie...






Questa mattina pioggia pressante, che mi costringe a portare l'ombrello, strumento che io notoriamente odio ed uso solo in circostanze veramente speciali, diluvi inondazioni ect ect apro la porta del negozio e..... le narici vengono inondate da un profumo unico incredibile ....






Bisogna ricordare due cose
la prima che io adoro i dolci, io li amo, la seconda che ahimè esssendo cresciuto in una pasticceria l'olfatto è andato perso, e io riconosco ormai solo tre profumi: Anicini, tipico biscotto ligure, Torrone e cotognata


quindi dicevo il profumo incredibile era cotognata...... ottobre e novembre è il periodo di produzione, è il mio scadenziario cotognata ottobre novembre torrone novembre e dicembre.
Siamo anche nel pieno della preparazione delle dolcezze di chiavari..... una di quelle produzioni che quasi ogni pasticceria ha fatto propria... noi lo facciamo da 180 anni però:) due gusci di amaretto morbido, crema di cioccolato al rhum dentro, e ricoperto di cioccolato fondente.......... è il mio autunno!
Sono i miei tempi scanditi dai dolci e voi con cosa li scandite?

9 commenti:

anna ha detto...

Li scandisco con "particolari" di vario genere (anche con i dolci) che, ormai da anni, fanno parte dei mie impegni familiari e lavorativi ricorrenti.
Ho gradito molto la foto della cotognata...bellissima!

Cristella ha detto...

Quasi quasi vengo in gita dalle tue parti: le fotografie della tua produzione sono un richiamo irresistibile (hai mai pensato a fare un accordo con l'ufficio turistico di Chiavari? dovrebbero pagarti!)...

Baol ha detto...

Anche giù da noi fanno una cotognata fantastica ;)

laPitta ha detto...

bella questa tua descrizione dell'uso dell'olfatto nel tuo lavoro. qualche post fa mi chiedevo infatti quale dei cinque sensi fosse quello usato maggiormente nel lavoro delle persone: per il mio l'olfatto è l'ultimo in classifica :-)

Liùk ha detto...

*Anna:grazie:)
*Cristella:da anni quando telefonano quelli degli inserti editoriali e di qualche malandata guida per inserirci e poi chiederci un contributo "così le facciamo un articolo"... io rispondo sempre bè dovreste pagarci voi per poter citare la nostra azienda.... di solito ri-attaccano
*Baol: si ne ho sentito parlare:)
*lapitta:grazie della visita.. ho letto il post dei "sensi" molto bello...ho capito che lavori in un ufficio...... ma non ho capito che lavoro fai

pOpale ha detto...

Davanti alle finestre del mio salotto c'è un grande albero che prende tutto il campo visivo... i suoi rami secchi e poi i germogli, le fronde piene di foglie verdi e poi marroni scandiscono da alcuni anni le mie stagioni. Ma i dolci rimangono sempre i miei preferiti... le foto sono una meraviglia per le papille gustative :)

scrittricexcaso ha detto...

mitico...anch'io sono cresciuta in casa con la nonna che cucinando innondava la casa dai profumi più prelibati..era un'ottima cuoca...ed io come sai adoro cucinare e diciamo che me la cavicchio( puoi chiedere conferma a pOaale mio fratello!!!)...x Benedetta e si penso che x ora abbia il cuore e la testa del mio pargolo :):):)

laPitta ha detto...

ciao luca, io lavoro in uno studio grafico, in pratica 8/9 ore davanti a un monitor :-) mi piace il tuo blog, ci sono arrivata da quello di missk al quale ero arrivata da quello di smeerch al quale ero arrivata da quello di...:-)

Liùk ha detto...

popale:le papille papillano
scrittrice: la sorella di Pop, ma non c'è una legge che regolamenta le parentele sul blog?
lapitta:che era figlio di menhir del padre di lpszul della sorella di actralir:)