sabato 10 maggio 2008

Sciroppo di Rose preciso



l'anno scorso avevo promesso a qualcuno di voi di postare la ricetta dello sciroppo di rose, e di aiutarvi nella procedura con la ricetta filmata poi è andata come è andata, ed avevo postato questa ricettina, con la promessa che avrei posto rimedio. Eccomi pronto






Cominciamo con quello che vi dicevo lo scorso anno "le qualità di rosa per lo sciroppo sono Muscosa, Rugosa e la Gallica, ma alla fine l'importante che abbiano dei bei petali grandi e il fiore sia bello aperto, ovviamente il profumo è essenziale per il risultato, quindi potete provare anche con varietà diverse quelle che avete in giardino (ovviamente se non avete utilizzato pesticidi e altri presidi chimici) " io naturalmente per essere certo che le rose non contengano "robaccia" uso solo ed sclusivamente le mie, e qualcuna che mi regala il mio vicino.
una volta raccolte le rose e staccati e lavati leggermente con acqua fredda i petali, partiamo con delle dosi da poterlo fare anche a casa.







100 grammi di petali circa 1 litro d'acqua 1 limone medio possibilmente biologico


mettere i petali in un contenitore
e nel frattempo far bollire 1 litro d'acqua con un limone tagliato

coprire per bene i petali con l'acqua in modo che tutta la massa sia per bene intrisa






video


A questa punto pausa, bisogna lasciare l'infuso chiuso in modo che non evapori nulla almeno per 24 ore.... tornati?





Ecco aprite e questo avete ottenuto

una teglia di infuso di petali di rosa e limoni













ora a casa questa sarà la parte un pò più brutta bisogna passare tutto l'infuso pressarlo in modo da ottenere più "succo" possibile.

Io ho acquistato in un negozio professionale questo piccolo torchio, ad un prezzo intorno ai 60 euro, ma credo si possa trovare anche dai casalinghi, magari quelli un pò più forniti









video








in effetti con questo la fatica è pari a zero......




















una volta passato dovrete filtrarlo, ma se lo avete passato con un filtro come il mio l'operazione durerà veramente poco

















pesate il succo ottenuto, e mettetelo in una pentola capiente (deve ospitare anche lo zucchero) ora a fuoco medio portate l'infuso a un filo di fumo, a questo punto aggiungete lo zucchero che potrà essere messo in due quantità



1 kg di zucchero per litro di prodotto per una conservazione di qualche mese



1,5 kg di zucchero per litro di prodotto se lo volete conservare anche per l'inverno











aiutatevi a far sciogliere per bene lo zucchero con una frusta poi a fuoco basso quando comincia a bollire lasciatelo per circa 25 minuti.......... spegnete e qui ci sono due scuole di pensiero 1 lasciate raffredare il prodotto possibilmente coperto, i vari insetti sono piuttosti attratti da questo profumino invitante















video



alla fine freddo imbottigliate e tappate...lasciatelo chiuso al fresco e quando aperto specie d'estate è bene conservarlo in frigo 2 imbottigliate subito e chiudete lo sciroppo praticamente bollente effettuerà una sorta di sottovuoto all'interno della bottiglia e lo potrete conservare a lungo (io propendo per questa versione)
Buon sciroppo
ps mi pare di aver detto tutto ma se vi accorgeste di qualche dimenticanza......scrivetemi

30 commenti:

Claud ha detto...

Buon giorno! Arrivo qui facendo zapping fra i vari blog (la curiosità uccide il gatto, non me!!) e che ti vedo?! Sciroppo di rosa! Volevo comprarlo su palatifini, ma ho desistito, perché pensavo che magari potrei... forse... produrlo?!
Uhm... ora trovo qui l'intero processo e sono scoraggiata dalle evidenti difficoltà... e se tu ti attrezzassi per aumentare la produzione e me ne vendessi un po' il prossimo anno?!

Liùk ha detto...

parliamone

anna righeblu ha detto...

Liùk, non avrei proprio il tempo per dedicarmi a queste cose, è un periodaccio... ma sono incantata da questo procedimento che richiede abilità e competenze che io non ho...

Seguirò gli sviluppi

Buon martedì

pOpale ha detto...

Credo proprio che dovrò venire a trovarti per poterlo assaggiare :)

Claud ha detto...

Ottimo!
;)
... io ascolto...

Liùk ha detto...

anna:bè non è poi così difficile bisogna solo trovare il tempo
popale:basta che non vieni a luglio
Claud:pronto? pronto?

Princy60 ha detto...

mitico! anch'io, l'anno scorso, ho fatto un post su "u'sciopu". ;-)***

max - la piccola casa ha detto...

ora non ho più scuse devo prepararlo, è uno di quei gusti e profumi ricordo dell'infanzia.

Ottimo il torchio!!! non ci avevo mai pensato, devo cercarlo a Genova!

Anonimo ha detto...

caaaaaavoliiiiii!!!!! io adesso l'ho a macerare... esce un profumo niente male! =D sono un po preoccupato x il torchio, ma credo sia comunque un problema relativo... appena fatto vi farò sapere! grazie mille per aver postato la ricetta... se viene buono con tutte le rose che ho posso aprire una sciropperia! ghghghgh sbav!
Jack Yeahproduction

Anonimo ha detto...

beh... direi che il gioco ne vale la candela! a parte che con una pentolata di rose non so più dove mettere tutto lo sciroppo... qui tutti mi fanno i complimenti! mi sa che a breve farò una seconda mandata! eh eh eh!
jack yeahproduction

Anonimo ha detto...

una cosa sola... su 3 etti e mezzo di rose ho messo 5 kg di zucchero... però è veramente tanto tanto dolce...
la prossima volta provo a metterne meno =)

LaMagiaDiMorgana ha detto...

Scusate io invece non ho mai sentito parlare di questo sciroppo. Mi potete dire gentilmente come si usa e a che serve? Grazie1

nonna michela ha detto...

Grazie per la ricetta! La cercavo da tempo. Vorrei provare con le rose del mio giardino, sono profumate ma bianche, andrà bene lo stesso?
Ho appena fatto la marmellata di bacche di rosa, buonissima anche se faticosa.
Saluti
Nonna Michela

Liùk ha detto...

Magia: si usa come bevanda d'estyarte con acqua fredda e d'inverno con acqua calda lo puoi usare sul gelato sulla macedonia e perfino per fare i biscotti si dice aiuti le vie respitarie
Nonna:sarà meno colorato ma se sono produmate dovrebbe venire lo stesso..magari cerca in giro qualche rosa particolarmente scura puoi aiutare per il colore mischiale

marcella aka milo ha detto...

provate a metterne qualche goccia su fragole e lamponi... dà dipendenza!

manu ha detto...

son senza parole....

manu ha detto...

però adesso ci provo anch'io...solo che dovrò pressare nel colino da brodo...semmai se mi viene male sarà colpa di quello lì =)...no?!?

nonna michela ha detto...

Ciao Manu,ho usato lo schiacciapatate. E'andata benissimo. Le rose debbono essere profumatissime e non trattate!
E' favoloso. L'anno scorso ho trovato un roso in una cascina abbandonata e quest'anno ne ho piantato uno nel mio giardino. Vedi AUSTIN ROSES in Gran Bretagna.
Buon lavoro Nonna Michela

Liùk ha detto...

senza torchio si ottiene meno infuso dalle rose ma non è un problema....cmq all'antica si faceva così: si sistemvano un pò di petali intrisi in una canovaccio e poi si strizzava strizzava.....

WhyMom ha detto...

Mi sto addentrando ora nello sciroppo di rose avendone io molte in giardino non trattate. Il tuo procedimento mi piace e proverò a farlo, ma secondo te si può fare il gelato alla rosa con questo sciroppo? E poi vorrei un'informazione OT se possibile, ho letto Princi60 dell'U'Sciopu,io sono ligure e mi piacerebbe leggere il suo blog, come si chiama?

Anonimo ha detto...

Se non avete il torchio potete anche usare uno schiacciapatate come questo http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/76114285/ (acquistabile in un qualsiasi ne3gozio di casalinghi, funziona!

Liùk ha detto...

@whymom si può fare il gelato alla rosa ma io non partirei dallo sciroppo ma direttamente dai petali:) (ps trovi molti modi per farlo su internet) e i petali li puio anche surgelare eh e poi vuoi sapere di Princy una donna straordinaria vai su google e scrivi la principessa sul pisello è lei:)
@anonimo verissimo lo schiacciapatate tutto quello che fa quella funzione per eccesso anche il passaverdura:)

mario ha detto...

bolle l'infuso collo zucchero.
Bolle rosso carico di profumi ed aromi che conoscendli da sempre già prevedo.

Non è complesso, nemmeno lunghissimo e la soddisfazione è tanta:
un gusto unico, mitico, che sa di freddo inverno scaldato dal tiepidore del roseo velluto primaverile.
Che sa di caldo sole luglico rinfrescato dalla brezza profumata che ha attraversato quei magici petali.

mario ha detto...

fatto, zuccherato bollito imbottigliato assaggiato.

Favoloso, grazie Luca, grazie Rose ;)

Liùk ha detto...

Mario sei un poeta :)

nonna michela ha detto...

Anche quest'anno ho fatto lo sciroppo di rose. Ho piantato in giardino le rose adatte ed ho trvato un rosaio fantastico in mezzo ai rovi! Invece della pressa uso lo schiaccia patate e nell'acqua metto la scorza del limone ed il succo dello stesso.
Il risultato è ottimo.
Faccio anche la marmellata di fragole con un po' di petali di rosa.Isabella Devetta a Tavarnelle Val di Pesa ha un azienda agricola che fa tutto con le rose!
Nonna Michela

Liùk ha detto...

Nonna:) ognuno trova la sua via particolare è questo che distingue il prodotto di massa dal prodotto del cuore

Angela ha detto...

il torchio è mitico!!!!!!!!!!!

Viviana ha detto...

Complimenti per queste chiarissime spiegazioni. Scopro questa pagina solo ora, perché vorrei fare i macaron aromatizzati alla rosa e non trovo da nessuna parte questo sciroppo...neanche da un rappresentante di prodotti per pasticceria!!!! Così posso usare le rose di mia mamma e mia suocera!! Se riuscirò a farlo spero di sperimentarlo in diverse ricette! Grazie!!!

Liùk ha detto...

Ciao Viviana scusa il ritardo ma latito un po' sul blog:)lieto di esserti stato utile