giovedì 15 marzo 2007

Ineducati e maleducati dov'è la differenza?

In questi ultimi tempi, niente come l'educazione dei nostri figli è stata messa all'indice dai vari mass media: Bullismo, violenza sui disabili tutte cose delle quali la scuola non si è accorta, ma you tube si ! E poi hanno il coraggio di parlare male di internet ... vabbè proseguiamo
Ultimamente stanno convincendo anche me su questa cosa della maleducazione, e non si può alla fine non essere d'accordo, senza fare inutili e vecchi paragoni "aaaah ai miei tempi" vi racconto brevemente cosa mi è successo alcuni giorni fa in negozio:
Entra la famigliola del mulino Bianco... lui giacca, camicia da 150 euro ascot in tinta blu jeans il classico 50 enne figo, lei trentenne tutta "pradata" (tra vestiti ed accessori siamo sui 4/5000 euro) con bocca stile Johnsonn (il gommone arancione anni 70) ed un bambino diciamo tra i 7 e i 9 anni, un vero rompicoglioni, uso questo termine per essere educato.
Meno male si tratta solo di un caffè, i due bevono velocemente e l'uomo esce subito con la scusa della sigaretta, rimangono fronte cassa la pradata e il mesfistofelico figlio, il quale (nel frattempo che lei cerca quel maledetto euro e sessanta che mi deve per il caffè) ha infilato le mani ovunque sul banco dai cioccolatini, alle caramelle ora si tratta nel dispenser delle caramelle in stick, dispenser che tutti voi conoscete ne trovate uno in ogni bar in ogni tabaccaio in ogni autogrill ci sono le gomme e le caramelle, lui in piedi sulla sedia (in piedi sulla sedia? se l'avessi fatto io mi avrebbero staccato la testa con un colpo netto) comunque, comincia ad urlare voglio le gomme voglio le gomme , la pradata lo guarda e gli dice "no amore" "le gomme no!" per tutta risposta lui prende un pacchetto di gomme come aveva precedentemente ordinato perchè di ordine si trattava e lo apre bellamente sotto le labbra della pradata, la quale lo guarda con tenerezza.
A quel punto un paio di gomme finiscono a terra lei: "raccoglili" lui "NO" lei "ti ho detto raccoglili" e lui "ti ho detto di NO" e se ne esce.
Domanda dopo la pessima figura come madre cosa si poteva fare se non raccogliere le due gomme a terra? non so non mi viene in mente altro lei invece mente vulcanica se ne esce con questa stupenda frase rivolta a me "le raccoglie lei vero?" io ho fatto una lunga pausa alla Celentano fissandola negli occhi in silenzio....... poi le ho detto "bè sicuramente non verrà suo marito a tirarle su...vada pure grazie".
Ora si prende la scopa e si raccolgono le due gomme mica ho faticato, ma passi la figura di m.... fatta come educatrice, lui ti comanda e tu stai zitta, ma come donna puoi chiedere ad un altro sebbene un'altro che sta lavorando per te di chinarsi a raccogliere quello che tuo figlio ha buttato a terra ?
Il problema non sono i bambini maleducati ovviamente ma i genitori, ma non perchè non sanno educare, ma perchè sono dei deboli, hanno sensi di colpa grossi come dei palazzi, e tutto passa tutto va bene, regali continui, tutto si può, ma soprattutto si deve avere, anche perchè il compagno di banco ce l'ha e vuoi mandare tuo figlio a scuola senza quelle scarpe li da 220 euro che le hanno tutti ?
Stiamo crescendo una generazione di complessati, altro che fashion victim, noi stiamo producendo victim e basta.
Alla fine c'è sempre questa cosa del maleducato o ineducato ma la differenza è solo a monte a valle il risultato è sempre lo stesso,........ "per me pari son".
Ps un saluto alla pradata se si riconosce qui

10 commenti:

pOpale ha detto...

Ti ammiro davvero, la tua reazione pacata ma ferma con "la pradata" è da prendere ad esempio. Come dimostra il tuo post l'educazione non passa da quanti euro hai adosso ma dai gesti quotidiani, ma fallo capire a persone che pensano che due labbra e una gonna fanno una signora. Ancora una volta ti ammiro.

pOpale ha detto...

Luca ti ho citato riprendendo la tematica dell'educazione del tuo post.
A presto
Ale

Liùk ha detto...

bè sai io ne vedo di tutti i colori..... e quando posso mi vanto di mia figlia, perchè ce lo meritiamo:)

LA CONIGLIA ha detto...

In gelateria( io lavoravo come banconiera) il bimbo vuole il gelato, il più grande che pure un uomo adulto fatica a finire,ma mamma mi dice di fargli proprio quello. Lo faccio, ne mangia pochissimo e poi lo butta a terra.L'ha fatto apposta io lo so! La mamma non si scompone. Chi deve pulire? Io, ovvio. Ma poi il colpo di scena: il bimbo ne vuole un altro. Uguale al primo. E mamma dice di si ancora una volta. Per fortuna che il secondo l'ha buttato fuori, ma proprio davanti all'ingresso....
P.S.
Ti ho linkato dal blog di popale che leggo ;)

LA CONIGLIA ha detto...

Ho letto il post precedente e ovviamente non chiedo o aspetto link, condivido abbastanza il tuo pensiero, un saluto :)

Liùk ha detto...

:) benvenuta

Liùk ha detto...

bene bene bene pausa bene bene pausina bene bene

Jill ha detto...

che sollievo :-)
a volte penso di essere malata perché i bambini di oggi non li sopporto proprio, ovvio che sarebbere da prendere a ceffoni gli accompagnatori, ma mi viene naturale detestare i pargoli
se solo avessi fatto 1/100 di quello che viene oggi permesso loro, mia madre mi avrebbe tolto la pelle di dosso (va da sé che non mi passava neppure per l'anticamenra della mente) e il mio pargolo oggi ventenne è sempre stato lodato per il comportamento ... orgoglio di mammetta sua :-))

Liùk ha detto...

concordo Jill a succede lo stesso con mia figlia:)

miss boriqua ha detto...

...sono commerciante da circa dieci anni i di situazzioni analoghe ne ho vissute parecchie...inizialmente rispondevo a tono ...ma con il tempo ho capito che perdevo clienti ,non dignità...